I cercatori di pace

Ciao a tutti oggi voglio parlarvi del primo libro di Laura Costantini  che ho potuto leggere  grazie a Luca Terlizzi

71XJ6DLX3+L.jpg

Autore Laura Costantini

Pagine 400

Genere distopico

Prezzo 15,30€

 

 

 

 

Trama

“I cercatori di pace”, eroi o forse vittime designate da chi detiene il potere, partono verso una ignota avventura, alla ricerca di un futuro che viene dal passato e che li condurrà a incrociare i loro destini: Ghillean, Litia, Kimen e Tarnell non si conoscono e non si fidano uno dell’altro, ma sono giovani e umani. È il 518° anno di guerra e nessuno ricorda più come e perché sia iniziata. Un enigma che potrà essere risolto catturando un leggendario Mutato, figura misteriosa nella quale si cela l’arma speciale inventata prima del lungo e distruttivo periodo bellico, che ha generato un ritorno al passato, un medioevo privo di tecnologia, cultura e memoria storica.

Commento

Una guerra che dura da 518 anni sta dilaniando il pianeta e sempre più persone si rendono conto che è giunto il momento di concluderla; per questo gli stati più potenti decidono di affidare a quattro ragazzi, che non si conoscono, il compito di trovare un Mutato, una figura che porta con se l’arma che permetterà a tutti di concludere la guerra.

Il libro è un distopico molto particolare per il fatto che apparentemente sembra non essere ambientato in un mondo futuro, perché leggendo il libro ci si rende conto che è ambientato in un epoca simile al Medioevo, dove tutta la tecnologia e la cultura che abbiamo costruito negli ultimi secoli sembrano essere del tutto scomparsi, ma in realtà questo è il futuro: è una condizione che si è creata con lo scoppio di questa guerra, ma nessuno sembra ricordarsi il perché sia successo e soprattutto quale causa abbia portato a un conflitto così devastante.

IMG_3591.JPG
illustrazione di Niccolò Pizzorno

I protagonisti di questo libro, come detto prima, non si conoscono e faticano a fidarsi l’un l’altro, anche a causa dei pregiudizi che circolano sulle persone che popolano i diversi regni. Eppure, mentre percorrono il loro duro e pericoloso viaggio, cominciano a conoscersi meglio. Essi sono ben caratterizzati e sono uno diverso dall’altro. Il libro pagina dopo pagina ti incanta e fa si che il libro, per quanto sia un piccolo mattonino, è scorrevole e si finisce in poco tempo. La cosa che mi è piaciuta di più è il fatto che il libro ci mostra come si vive in un mondo dove la tecnologia è vista come una magia non ben conosciuta e che spaventa, quando per noi è una cosa scontata e della quale non possiamo fare a meno, e questo sicuramente può farci riflettere.

Voto 4/5

♥Clara

 

 

Un pensiero riguardo “I cercatori di pace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...